La “santissima indifferenza” nel “Trattato dell’amor di Dio”